• Home
  • Informazioni tecniche
  • Legge sui prodotti chimici

La legge sui prodotti chimici Svizzera

Da agosto 2005 è in vigore in Svizzera la Legge sui prodotti chimici che, in buona parte, riprende la legislazione europea in materia. Il sistema basato sulle classi di veleni è quindi stato sostituito da un sistema composto da simboli di pericolo (su sfondo arancione) accompagnati da frasi di rischio (frasi-R).

Visto il cambiamento in atto nel diritto europeo anche la Legge sui prodotti chimici Svizzera deve essere rivista drasticamente. È stato quindi introdotto il nuovo sistema armonizzato a livello globale per l'etichettatura GHS (Classificazione ed etichettatura di prodotti chimici: Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals) che sostituisce il sistema attualmente in vigore e che può già essere impiegato.

Cos'è il GHS?

Nel 1992 la conferenza di Rio de Janeiro per l'ambiente e lo sviluppo dell'ONU decise di unificare la classificazione e l'etichettatura dei prodotti chimici a livello mondiale (Capitolo 19 dell'Agenda 21). La comunità internazionale ha dato mandato alle Nazioni Unite di sviluppare un sistema di classificazione ed etichettatura con queste caratteristiche. Nel 2003 è stato pubblicato per la prima volta il GHS nel così detto "purple book". Il sistema viene costantemente aggiornato e ogni due anni viene pubblicata una versione consolidata.

Lo scopo finale del GHS è l'armonizzazione a livello mondiale della classificazione e dei sistemi di etichettatura. Questo concerne anche l'armonizzazione di sistemi che toccano vari ambiti quali il trasporto, gli utilizzatori, il lavoro e l'ambiente.

Altre informazioni sul tema GHS: www.infochim.ch